Lorenzo Mari, terzino ed esterno destro classe 2001 scuola Chievo Verona con un passato di una stagione nel Settore Giovanile abduano, è un nuovo calciatore della Tritium. In questa intervista il giovane giocatore biancoazzurro si presenta ai suoi nuovi tifosi e ci parla di sè.

Ciao Lorenzo, benvenuto alla Tritium.
"Sono molto felice. È sicuramente una grande opportunità giocare in serie D in un club importante e con una grande storia sportiva come la Tritium. Inoltre per me è ancora più motivante perché è un po' come tornare a casa: infatti nella stagione 2012/13 ho giocato negli Esordienti 2001 allenati da mister Varesi che ricordo sempre con molto piacere".

Raccontaci il tuo percorso calcistico.
"Ho iniziato a giocare a dieci anni quindi non prestissimo. Il percorso è stato poi molto rapido. Dopo Casatese e Concorezzese ho fatto il salto in una società come la Tritium che all’epoca giocava in serie C. Successivamente ho giocato per due anni nelle giovanili del Brescia Calcio ed in seguito per altre due annate nel Chievo Verona. Avevo 14 anni e sono partito per Verona vivendo nella struttura clivense. Terminata l’esperienza veronese sono passato al Monza nell’Under 17 allenata da mister Lasalandra arrivando alle finali nazionali. Dopo la Berretti con il Monza l’anno scorso ho militato nelle file dell’Ac Leon in Eccellenza, un'esperienza molto positiva che mi ha fatto crescere sia umanamente che calcisticamente". 

Come interpreti il tuo ruolo?
"Ho la caratteristica di essere un giocatore duttile. Nel senso che negli anni passati ho fatto esperienza in diversi ruoli. Da seconda punta a mezzala fino ad esterno alto o basso, sia a destra che a sinistra. Credo che questo ultimo ruolo mi permetta di valorizzare al meglio le mie caratteristiche atletiche e tecniche. Resto comunque un giocatore offensivo che ama anche difendere".

Conosci qualcuno dei tuoi nuovi compagni?
"In realtà fatta eccezione per il portiere Rota, con il quale ho giocato negli Esordienti Regionali, non conosco ancora i miei compagni. Spero di incontrarli molto presto". 

Che stagione speri di vivere?
"Sicuramente il primo obiettivo è quello di integrarmi subito nel gruppo e negli schemi di gioco che il mister intenderà adottare. Ovviamente voglio dare il massimo sempre senza far mancare il mio contributo cercando di migliorarmi anche in fase realizzativa e negli assist". 

Nella vita studi o lavori?
"Essendo un 2001 ho appena superato gli esami di maturità e ho conseguito il diploma di liceo scientifico. In queste settimane sto valutando differenti percorsi universitari per decidere in quale facoltà iscrivermi. Vedremo, intendo comunque proseguire con gli studi". 

Concludendo hai un pensiero per qualcuno?
"Vorrei prima di tutto salutare tutti i tifosi della Tritium. Per me è un grande onore tornare dopo tanti anni come giocatore della Prima Squadra. Inoltre voglio ripagare la fiducia del direttore sportivo Gianluca Leo e del club che hanno creato le condizioni giuste per poter accettare questa sfida importante e ambiziosa. Io ci credo, così come penso che facendo i dovuti scongiuri la Tritium farà un campionato di grande livello. Grazie e forza Tritium".

Sezione: LE NOSTRE ESCLUSIVE / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 18:00
Autore: Mattia Vavassori
Vedi letture
Print