Ivan Pelati, bresciano classe '72, con una lunga carriera alle spalle da calciatore tra serie D e serie C con le maglie di Albinoleffe, Montichiari e Rodengo Saiano, tra le altre, reduce da un'esperienza da allenatore appena conclusa al Castiglione in Eccellenza ed ex Offanenghese, è il nuovo allenatore della Tritium. In questa lunga intervista il nuovo tecnico biancoazzurro si racconta ed esprime le sue sensazioni.

Mister, come vedi questa Tritium?
"Avrò il piacere di essere il mister di un gruppo di calciatori che non ho mai allenato prima. Ho affrontato alcuni di loro da giocatore, altri li ho avuti come avversari nelle mie precedenti esperienze da allenatore. Ho conosciuto qualcuno ai test atletici. Credo che il direttore sportivo Gianluca Leo abbia effettuato i giusti ritocchi nella rosa, confermando parte dei giocatori che hanno disputato un'ottima stagione interrotta a febbraio dall'emergenza Covid19. Sono onorato di essere l'allenatore della Tritium e sono carico per questa nuova avventura. Sono ambizioso e ringrazio la società, il presidente Juri Camoni e il direttore sportivo Gianluca Leo per avermi dato questa opportunità".

Quale modulo prediligi?
"La mia è un'idea generale di calcio. Mi piace molto costruire la fase di gioco. A seconda dei giocatori a disposizione, mi piace molto il 4-3-3, ma anche il 3-5-2. Dopo la preparazione e nelle prime amichevoli valuterò quale schema utilizzare".

Che obiettivi ti poni?
"Ci sono mille fattori che possono condizionare la stagione. Noi dobbiamo approcciare tutte le gare in modo positivo, cercando di vincere quante più partite possibili senza guardare la classifica. Non deve ingannare il sesto posto della scorsa stagione interrotta a febbraio come detto. Bisogna fare meglio della scorsa stagione. Il direttore sportivo Gianluca Leo ha svolto un ottimo lavoro e credo che ho una rosa di qualità per disputare un'annata calcistica positiva. Credo che dopo i primi allenamenti sentirò anche Marco Sgrò che mi ha preceduto per una chiaccherata. Ha allenato la Tritium negli ultimi tre anni con grandi risultati e penso sia giusto contattarlo".

Adriano Marzeglia disputerà i preliminari di Champions League con il Tre Fiori, squadra di San Marino, prima di essere a tua disposizione.
"Lo scorso anno Marzeglia e Personé insieme hanno composto una grande coppia d'attacco. Spero che Adriano possa essere gratificato da questa esperienza e che possa aiutarlo a crescere e migliorare come calciatore, in modo che possa dare il suo massimo contributo in ritiro. Vive per il gol e mi auspico che da attaccante realizzi quanti più gol possibile".

Sono stati promossi due giovani classe 2002 dalla Juniores Nazionale.
"E' un aspetto positivo. La Tritium è un grande gruppo composto da giocatori esperti e da giovani importanti. Sarà un'esperienza sicuramente di crescita per i giovani che col salto in Prima Squadra giocando la serie D avranno l'opportunità di migliorare e di crescere calcisticamente. Dobbiamo metterli nelle migliori condizioni per fare bene. L'obiettivo è integrare nel migliore dei modi i nuovi calciatori in un gruppo affiatato già esistente".

Il 17 agosto inizia dunque la preparazione.
"Andremo per una settimana in ritiro a San Zeno, poi ci alleneremo sul nuovo campo di Capriate San Gervasio. La società ci mette nelle condizioni di allenarci nel nuovo campo di Capriate".

Cosa ti senti di dire ai tifosi?
"Probabilmente le prime partite si giocheranno senza pubblico. Appena si potrà aprire lo stadio agli spettatori, faremo in modo di poterli accogliere nel migliore dei modi. Il pubblico di Trezzo sull'Adda è caloroso e merita una grande Tritium".

Sezione: LE NOSTRE ESCLUSIVE / Data: Ven 31 luglio 2020 alle 21:00
Autore: Mattia Vavassori
Vedi letture
Print