Cesare Albè, allenatore della Giana Erminio, intervenuto sulle colonne de Il Giorno, ha commentato così la notizia che il club chiederà la riammissione in Serie C: "Una decisione ragionata e logica, una scelta giusta per una società per bene come la nostra. Da fuori può sembrare una cosa scontata, ma non lo è: sono stati giorni di discussioni, dispiacere, sofferenza sportiva. Dopo essere retrocessi nella maniera peggiore bisognava restare calmi, lucidi. La bella favola della Giana nei professionisti è nata proprio da una retrocessione, quella che ci aveva condannati alla Promozione ai playout del 2011 con la Vimercatese. Lì poteva saltare tutto, invece ci siamo rialzati diventando più forti di prima". 

"Lasciare la società? Come potrei farlo in un momento del genere - risponde Albé, che tornerà a rivestire il ruolo di Vicepresidente con delega all'area tecnica -; Allestiremo una squadra per far bene in Serie C o, mal che vada, per fare benissimo in Serie D. Ciò che più conta è la continuità. Sarà un mercato complicato? Non mi preoccupa più di tanto, il primo pensiero era rialzarsi. Di certo dovremo stare più attenti di prima: forse ultimamente avevamo banalizzato la categoria, prendendola con leggerezza e sufficienza". 

Sezione: GIANA ERMINIO / Data: Mar 07 luglio 2020 alle 21:00
Autore: Stefano Spinelli
Vedi letture
Print