Torna a farvi compagnia anche per quest'anno la rubrica “Lady Tritium Giana”, dove le mogli e/o fidanzate dei calciatori di Tritium e Giana raccontano nel privato il proprio compagno di vita. In questa nuova puntata abbiamo raccolto le confidenze di Mafalda Viganò, moglie di Andrea Gritti, difensore classe '88 che da quest'anno veste la maglia della Tritium.

Ciao Mafalda, da quanto tempo siete sposati tu e Andrea?

“Io e Andrea siamo insieme da dieci anni e siamo sposati da tre anni”.

In quale circostanza è scattata la fatidica scintilla, e chi dei due ha fatto il primo passo...

“Ci siamo conosciuti in un locale ad una festa di compleanno di un amico in comune. Mi sono avvicinata io a lui e subito mi ha fatto una battuta. Da lì abbiamo iniziato a sentirci ed a frequentarci”.

Andrea ha alle spalle una lunga e importante carriera calcistica: dove giocava quando vi siete conosciuti?

“Quando ci siamo conosciuti giocava a Vercelli, infatti per il primo periodo riuscivamo a vederci solamente la domenica ed il lunedì perché lui viveva là”.

Tuo marito ti aveva parlato subito della sua attività di calciatore?

“Sì, assolutamente. Gli si legge sul volto la passione per il calcio, e poi essendo anche io appassionata a questo sport, abbiamo subito trovato un punto d'incontro”.

Sappiamo che avete una bella bambina: quanti anni ha e come si chiama?

“La nostra principessa si chiama Ginevra ed ha 15 mesi. E’ nata l’8 luglio dello scorso anno”.

Complimenti! A proposito, indugiamo un po' nella vostra vita famigliare: com'è Andrea tra le mura domestiche?

“E’ molto preciso, ordinato, oserei dire anche puntiglioso ed è molto affettuoso con le sue donne”.

Oltre all'impegno di moglie e mamma, hai un'altra occupazione nella quotidianità?

“Sì certo, lavoro in un’immobiliare vicino a casa nostra ormai da parecchi anni”.

Come si trova Andrea nel nuovo ambiente, ti racconta di questa nuova avventura a Trezzo e dei suoi compagni?

“Andrea è molto stimolato a dare il meglio di sè, essendo ora in un nuovo ambiente, e, nonostante le tante stagioni alle spalle, ognuna per lui è come se fosse la prima. Mi racconta che si trova bene con i nuovi compagni e lo staff, anche se non è un uomo di molte parole”.

Sei un'appassionata di calcio e ti abbiamo vista sugli spalti dello stadio La Rocca: vai spesso alle partite di tuo marito?

“Lo seguo sempre. Posso contare sulle dita di una mano le partite che mi sono persa in dieci anni. Ora spero con la piccola di continuare: farò il possibile per seguirlo”.

Ci sveli un suo pregio e un suo difetto?

“Partiamo dal difetto: è troppo preciso e pignolo. Ha un grande pregio: dà sempre tutto se stesso in ciò che fa ed alle persone che gli stanno accanto”.

Per concludere, vorresti fare a tuo marito un augurio speciale?

“Gli auguro come sempre di realizzare tutti i suoi sogni in campo e fuori perché se lo merita per la dedizione e la passione che ci mette sempre”.

Ti ringraziamo Mafalda della disponibilità e un in bocca al lupo alla vostra bellissima famiglia. E forza Tritium!!!

Sezione: LADY TRITIUM GIANA / Data: Gio 15 ottobre 2020 alle 07:00
Autore: Rossana Stucchi
Vedi letture
Print