Torna a farvi compagnia la rubrica “Lady TritiumGiana” dove raccogliamo le confidenze sulla vita privata dei calciatori al di fuori del rettangolo di gioco. In questa nuova puntata la protagonista è Chiara Raineri, giovane compagna di Michele D'Ausilio, centrocampista classe '99 in forza da questa stagione alla Giana Erminio.

Ciao Chiara, ci racconti com’è iniziata la vostra storia e dove vi siete conosciuti tu e Michele?

“Ricordo ancora tutto in ogni minimo dettaglio come fosse ieri. Ebbe inizio un pomeriggio al bar con alcuni amici in comune: era il giorno dopo del suo compleanno, ci sono stati scambi di sguardi, e poi come ogni gentiluomo sa fare ha iniziato il corteggiamento, che è durato per lungo tempo perché io mi facevo desiderare. Ma al cuore non si comanda ed alla fine abbiamo deciso di vederci, e da quel giorno è nato il nostro grande amore che dura dal 15 novembre 2018”.

Siete due ragazzi giovanissimi - poco più che ventenni - e già genitori di una bambina: come gestite la quotidianità?

“La nostra quotidianità la gestiamo con molta pazienza perché con una bimba piccolina e super vivace non è molto facile; cerchiamo di occupare il tempo giocando con lei, portandola al parco, imparando i nomi della famiglia, i colori. Ha tutto il nostro tempo: la nostra quotidianità è dedicata a lei”.

Tutto ciò è fantastico: quanti anni ha la bimba e come si chiama?

“La piccolina ha 1 anno e 6 mesi e si chiama Sharon”.

Oltre a fare la mamma che è un lavoro come sappiamo impegnativo, hai un'altra occupazione nella vita?                                                          

“Per ora la mia unica occupazione è fare la mamma a tempo pieno, ma appena la bambina frequenterà l'asilo, inizierò a svolgere il mio lavoro di estetista”.

Ci addentriamo tra le mura domestiche: come si comporta Michele in famiglia, ti aiuta con la bambina e nelle faccende quotidiane?

“Sì, Michele mi aiuta e non posso lamentarmi, ma cerco di fargli gestire le faccende domestiche più semplici perché perde subito la pazienza”.

Quando siete insieme nel tempo libero parla di calcio e della Giana Erminio?

“Nel suo tempo libero parla sempre e solo di calcio e della sua squadra; passa le giornate a parlare della Giana Erminio o di altre squadre anche dopo gli allenamenti: la sua vita gira attorno al calcio”.

Michele è alla prima stagione con la Giana nei professionisti e ha trovato poco spazio in campo: ne parla di questo?

“Certo ne parla spesso: è molto contento di far parte del calcio professionistico e spera di fare bene, nel suo piccolo cerca sempre di rendere nei migliori dei modi”.

Ti ha svelato di avere legato in particolar modo con qualche compagno di squadra?

“Mi parla spesso dei suoi compagni di squadra. Si trova bene con tutti, ma quelli con cui ha legato di più sono Riccardo Rossini, Marco Capano e Vincent De Maria: oltre ad essere compagni è nata anche una forte amicizia”.

Ognuno di noi ha pregi e difetti: ci vuoi dire qual è il pregio e il difetto che prevale in Michele?

“Il mio compagno ha molti pregi e difetti. Il suo pregio maggiore è quello di essere molto responsabile, molto sicuro di sè stesso, soprattutto è un grande papà e compagno. Sarei pronta a fare una lista dei difetti che per me sono pregi, però devo ammettere che è molto permaloso e vuole avere sempre ragione”.

Per concludere, vorresti fare al tuo compagno un augurio speciale?

“Certo, è quello che gli dico quasi sempre: gli auguro di realizzare ogni suo sogno, qualunque strada prenda, io e la nostra piccolina siamo pronti a fare il tifo per lui, a dargli la forza di andare avanti, e a ricordargli che lui è il nostro calciatore preferito”.

Grazie Chiara per la simpatia e disponibilità e auguri per la vostra splendida famiglia.

“Grazie a Voi per questa intervista e forza Giana”.

Sezione: LADY TRITIUM GIANA / Data: Lun 15 marzo 2021 alle 17:00
Autore: Rossana Stucchi
Vedi letture
Print